due ipotesi per la riorganizzazione della nuova abitazione dei committenti

I signori A. e M.,  hanno chiesto di sviluppare due ipotesi per ridefinire gli interni dell'abitazione da loro appena acquistata.

 

Le esigenze principali riguardano il ri-collocazione degli arredi in loro possesso, da riorganizzare in questa nuova abitazione, che ha una superficie minore della precedente.

La richiesta si allarga all'ipotesi distributiva di una cucina contemporanea, e alla richiesta di definire uno spazio sala da pranzo all'interno di un appartamento che ne è sprovvisto e ha attualmente  una cucina e una sala divise e non troppo estese.

Viene colta l'occasione per modificare la parete divisoria e renderla trasparente alla luce con delle porte vetrate a tutta altezza e a scorrimento, in modo da inondare lo spazio  "living" con la luce del terrazzo della cucina esposto a sud (mentre la sala è esposta a nord), e poter aprire lo spazio rendendolo unico in occasione di pranzi e cene con invitati.

 

In aggiunta al progetto, è stato chiesto e fornito un affiancamento nella scelta relativa ad

un intervento di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'appartamento, 

nuovi serramenti, pavimentazioni e alcune ulteriori finiture.